Alluminio

ORIGINE-SORGENTI

Aria
L'alluminio entra nell'atmosfera come maggiore costituente del particolato atmosferico originatosi dall'erosione naturale del suolo, attività mineraria e agricola, eruzioni vulcaniche o combustione del carbone.

Acqua
la concentrazione di alluminio in acque naturali può dipendere significativamente da diversi fattori fisico chimici e mineralogici. Le concentrazioni di alluminio dissolto in acque con valori di pH vicini al neutro sono nel range compreso tra 0.001 e 0.05 mg/litro ma cresce a 0.5-1 mg/litro in acque più acide o acque ricche di materia organica.

ORIGINE-SORGENTI

Aria
L'alluminio entra nell'atmosfera come maggiore costituente del particolato atmosferico originatosi dall'erosione naturale del suolo, attività mineraria e agricola, eruzioni vulcaniche o combustione del carbone.

Acqua
la concentrazione di alluminio in acque naturali può dipendere significativamente da diversi fattori fisico chimici e mineralogici. Le concentrazioni di alluminio dissolto in acque con valori di pH vicini al neutro sono nel range compreso tra 0.001 e 0.05 mg/litro ma cresce a 0.5-1 mg/litro in acque più acide o acque ricche di materia organica.

Cibo
L'alluminio è un elemento molto abbondante nella crosta terrestre (in una percentuale compresa tra il 7% e 8%). L'alluminio è presente naturalmente nei cibi; è molto usato negli additivi alimentari. L'uso del mestolo di alluminio, utensili ed involucri può aumentare la quantità di alluminio nel cibo. I cibi con alto contenuto di alluminio sono le patate, spinaci e tè. I latticini, la farina ed i prodotti per neonati possono contenere
Additivi alimentari a base di alluminio.

Effetti ambientali dell'alluminio
Gli effetti di alluminio sono stati portati alla nostra attenzione, soprattutto a causa di problemi di acidificazione. L'alluminio può accumularsi nelle piante e causare problemi di salute per gli animali che consumano tali vegetali. Le concentrazioni di alluminio sembrano essere più alte nei laghi acidificati.
In questi laghi, il numero di pesci e di anfibi sta diminuendo a causa delle reazioni degli ioni alluminio con
le proteine presenti nelle branchie dei pesci e negli embrioni delle rane.
Alte concentrazioni di alluminio causano non soltanto effetti sui pesci, ma anche su uccelli e su altri animali che mangiano i pesci e gli insetti contaminati, e sugli animali che respirano alluminio attraverso l'aria. Le conseguenze sugli uccelli che mangiano i pesci contaminati consistono nell'assottigliamento dei gusci delle uova e nella nascita di pulcini sotto peso. Le conseguenze sugli animali che assumono alluminio attraverso l'aria possono essere problemi ai polmoni, perdita di peso e diminuzione dell'attività. Un altro effetto, negativo per l'ambiente, dell'alluminio è che i suoi ioni possono reagire con i fosfati, e ciò li rende meno disponibili per gli organismi acquatici. Alte concentrazioni di alluminio possono essere presenti non soltanto in laghi acidificati e nell'aria, ma anche nell'acqua freatica di terreni acidificati. Ci sono forti prove sulla capacità dell'alluminio di danneggiare le radici degli alberi quando sono situate in acqua freatica.

Conseguenze ed effetti sulla salute dell'alluminio
Negli animali da laboratorio l'assorbimento di alluminio attraverso il tratto gastrointestinale è di solito inferiore all'1%. I principali fattori che influenzano l'assorbimento sono solubilità, pH e specie chimiche. I composti organici, es. il citrato, ne aumentano l'assorbimento. L'assorbimento di alluminio può interagire con i sistemi di trasporto di calcio e ferro. L'alluminio una volta assorbito è distribuito in molti organi del corpo con accumulo prevalente nelle ossa ad alte dosi. L'alluminio attraversa anche la barriera emato-encefalica e placentare. L'alluminio viene eliminato principalmente con le urine.
L'alluminio può formare complessi con il DNA, ma non è dimostrato che induca mutazione o trasformazione in cellule mammarie in vitro. Sono state osservate aberrazioni cromosomiche in cellule ossee di ratti esposti all'alluminio. Non c'è indicazione che l'alluminio sia carcinogenico. È stato osservato che una popolazione
di 20000 persone in Inghilterra, esposta per almeno 5 giorni a crescenti livelli di alluminio, ha sviluppato sintomi di nausea, diarrea, vomito, ulcere della bocca e della pelle, rush cutanei e dolori articolari.
È stato ipotizzato che l'intossicazione da alluminio è un fattore di rischio per lo sviluppo o l'accelerazione del morbo di Alzheimer nell'uomo. L'alluminio è uno dei metalli più ampiamente usati ed anche uno dei composti più frequentemente presenti nella crosta terrestre. A causa di ciò, l'alluminio è comunemente noto come composto innocuo. Tuttavia, quando qualcuno viene esposto ad elevate concentrazioni, ciò può causare problemi di salute. La forma di alluminio solubile in acqua ha effetti nocivi, tali particelle sono chiamante ioni. Si trovano solitamente in una soluzione di alluminio insieme ad altri ioni, per esempio il cloruro di alluminio.
L'assunzione di alluminio può avvenire attraverso il cibo, attraverso la respirazione e tramite il contatto con la pelle. Un'assunzione continuata di concentrazioni significative di alluminio può provocare seri effetti sulla salute, come:
- danneggiamento del sistema nervoso centrale
- demenza
- perdita della memoria
- astenia
- severo tremore
L'eccessivo utilizzo di integratori vitaminici e minerali potrebbe causare un eccesso di nell'organismo; le analisi di laboratorio raramente riescono ad identificare tali depositi, pertanto sottoporsi ad un esame specifico è la soluzione più adeguata a diagnosticare e prevenire patologie correlate. Nasce e si sviluppa proprio in questo senso ed è oggi a disposizione di chiunque ne abbia necessità.
L'alluminio costituisce un rischio in certi luoghi di lavoro, come le miniere, dove può essere presente nell'acqua. Le presone che lavorano nelle fabbriche dove si utilizza alluminio durante i processi di produzione possono riscontrare problemi ai polmoni quando respirano polvere di alluminio. L'alluminio
può causare problemi ai pazienti affetti da malattie renali quando entra nel corpo durante le dialisi renali.
L'inalazione di polvere di alluminio e di ossido di alluminio finemente divisa e è stata indicata come causa di danni polmonari e di fibrosi polmonare. Può anche essere implicato nella malattia dell'Alzheimer.
Un recente studio ha collegato la psoriasi agli accumuli di metalli pesanti: i valori di cadmio, cromo, nichel e zinco sono risultati più alti nei pazienti affetti da questa malattia. Conoscere l'origine di un problema è il primo passo verso la soluzione: contattateci per sottoporvi a Mineral Test, la cura per la vostra psoriasi potrebbe essere più facile di quanto immaginate.

Vuoi eliminare i metalli tossici dentro il tuo organismo?
Fai un mineralogramma presso il nostro studio!
Grazie al nostro personale altamente qualificato e all'ultima tecnologia di cui disponiamo, sapremo dirti in poco tempo che tipo di minerali tossici si trovano dentro il tuo corpo, per poterli poi sconfiggere.

Articoli correlati

Amico Sole

Argento

Acido Ialuronico