Le proprietà di un frutto antico: il melagrana

melograno

La parola melagrana deriva dal latino “punica granatum”, ossia “frutto dai molti semi”. Conosciuta fin dall’antica Grecia e da sempre simbolo di fertilità e ricchezza, la melagrana ha molteplici proprietà nutritive. Se consideriamo l’apporto calorico, 100g di melagrana apportano appena 83 Kcal, con 1,7g di proteine,1,2g di grassi, 14g dizuccheri e 4g di fibre. Dal punto di vista nutrizionale questo frutto è ricco di: potassio, ferro, rame, manganese, fosforo, vitamina A, vitamina E e C, ma quello che più sorprende è l’alto contenuto in polifenoli - composti chimici dal potere antiossidante in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare – tanto da poterlo considerare a tutti gli effetti un superfood.

Le proprietà benefiche

Grazie alla ricchezza in flavanoidi, la melagrana è un toccasana per il nostro benessere e la nostra salute. La maggior parte degli studi ha esaminato gli effetti del succo di melagrana sul nostro organismo, il suo potenziale antiossidante si è rilevato superiore a quello del tè verde. Ricerche hanno messo in luce diverse azioni di questo frutto:

- antitumorale, rallenta la crescita cellulare;

- rafforza i vasi sanguigni e previene le malattie cardiovascolari;

- aiuta a ridurre il colesterolo nel sangue, in particolare il colestero cattivo LDL;

- promuove un effetto depurativo e diuretico;

- rinforza il sistema immunitario e ha un’azione antinfiammatoria;

- contrasta gli effetti della menopausa;

- migliora la sensibilità all’insulina nei soggetti diabetici;

- riduce le rughe e l’iperpigmentazione della pelle, ossia le macchiede lla pelle dovute dell’età;

- svolge attività antimicrobica e fungicida, sin particolare contro laCandida Albicans, lo Staphylococcusaureus ed Escherichia coli.

Controindicazioni

Il succo di melagrana potrebbe interferire con l’assorbimento e il metabolismo di alcuni farmaci, pertanto se si deve assumere qualche medicinale è meglio prestare attenzione e chiedere un parere medico.

La melagrana in cucina

I grani di melagrana sono buonissimi sia consumati così sia conditi con il limone, specie se il frutto è ben maturo. Il succo di melagrana è una valida alternativa ed è ottimo da usare come aperitivo analcolico. In alternativa, i grani possono essere usati anche per arricchire insalate di cereali, insalate miste di verdure, oppure secondi piatti a base di carne o pesce. I più coraggiosi possono sperimentare anche ottimi risotti.

Articoli correlati

Agricoltura biologica e agricoltura organica

Alimentazione e infiammazione

Artisan tea - un gioiello dallo Yunnan