Medicina estetica del viso

La medicina estetica è una disciplina della medicina che cura il benessere psico-fisico dei pazienti, migliorando la qualità della vita di chi soffre un disagio dovuto ad un inestetismo. Le possibilità di trattamento spaziano dalla prevenzione nella formazione degli inestetismi alla correzione, mediante interventi non invasivi, dei disequilibri estetici del corpo. La correzione e la cura degli inestetismi avvengono attraverso l’uso non chirurgico di strumenti sempre più innovativi e mini invasivi. Lo sviluppo di nuovi materiali e nuove apparecchiature ha reso possibile il ricorso ad una medicina estetica più sicura ed efficace, spingendo sempre più persone a sottoporsi agli interventi “senza bisturi”.

La medicina estetica viso è sicuramente l’area a cui i pazienti si interessano maggiormente, essendo il volto il nostro primo biglietto da visita da mostrare alle altre persone. Le occhiaie che caratterizzano la zona sottorbitale, le rughe d’espressione, degli occhi e/o della fronte, difetti o rimodellamento delle labbra o del mento trovano nella medicina estetica un importante e risolutivo alleato che grazie all’utilizzo di trattamenti iniettivi a base di acido ialuronico, ed altre sostanze, permette alla pelle di ritornare ad uno stato naturale e fresco.

Ci sono diversi trattamenti applicabili specificatamente sul viso.

  • Tossina botulinica, maggiormente utilizzata per il trattamento delle rughe di espressione della fronte e della regione perioculare; la durata del trattamento è stimata in circa 4-6 mesi e la completa reversibilità è già di per se una garanzia di sicurezza.
  • Filler iniettabili a base di acido ialuronico ampiamente utilizzati per riempire le rughe del volto, dare turgore alle labbra ed agli zigomi o anche per rivitalizzare e biostimolare i tessuti con risultati gradevoli e naturali. Le componenti iniettate nel sottocute sono bio compatibili e completamente riassorbibile, con tempi variabili tra i 4 e gli 8 mesi.
  • Peeling chimico che prevede l’applicazione, da parte del medico competente, di maschere e creme a base di acidi in percentuali variabili, con lo scopo di migliorare la texture cutanea grazie ad un effetto di esfoliazione più o meno superficiale nella zona del viso, collo, mani e décolleté.
  • Il Laser Skin Resurfacing cioè un fotoringiovanimento di tipo ablativo, che sfrutta la capacità del Laser CO2 o del Laser Erbium di vaporizzare lo strato superficiale dell’epidermide colpendo l’acqua presente nelle cellule senza intaccare i tessuti circostanti. Questi laser vengono frequentemente utilizzati per le rughe di espressione (ad esempio: intorno agli occhi o alle labbra), del viso, collo e décolleté, le cicatrici acneiche e anche per le iperpigmentazioni.

Trattamenti medicali di radiofrequenza , che hanno il compito di interagire direttamente con i fibroblasti, cioè le cellule del derma che producono collagene ed elastina, le componenti che danno struttura e sostegno alla pelle.

Quindi, in conclusione, per contrastare i principali segni di invecchiamento della cute dovuti all’età, la medicina estetica propone una serie di trattamenti che migliorano l’aspetto del paziente, grazie all’utilizzo di tecniche all’avanguardia e di macchinari innovativi. Anche se non si tratta di una vera e propria operazione chirurgica, i trattamenti vanno sempre stabiliti e concordati il medico estetico di fiducia, al fine di ottenere i migliori risultati possibili, naturali e soddisfacenti.

a cura della Redazione

Articoli correlati

Accademia dei scienza yoga

Alla ricerca di un sorriso smagliante

Estate e abbronzatura