Estate e abbronzatura

Finalmente dopo le interminabili grigie giornate d'inverno che ancora ricordiamo, i primi caldi e le prime giornate estive ci portano a trascorrere piacevoli giornate all'aperto e a esporci al sole per iniziare a dare colorito alla nostra pelle. Il sole con i suoi potenti raggi ha moltissime proprietà benefiche sul nostro organismo, ma ne possiede anche altrettante nocive.

Finalmente dopo le interminabili grigie giornate d'inverno che ancora ricordiamo, i primi caldi e le prime giornate estive ci portano a trascorrere piacevoli giornate all'aperto e a esporci al sole per iniziare a dare colorito alla nostra pelle. Il sole con i suoi potenti raggi ha moltissime proprietà benefiche sul nostro organismo, ma ne possiede anche altrettante nocive.

Come funzionano i raggi solari e che cosa sono?
I principali raggi UV (ultravioletti) responsabili degli effetti sulla pelle sono gli UVA e gli UVB. I primi conferiscono alla pelle una colorazione effimera, di breve durata, dovuta all'ossidazione della melanina già presente nella cute al momento dell'esposizione al sole. Questo fenomeno è responsabile della precoce insorgenza di un lieve imbrunimento, che compare dopo poche ore dalla prima esposizione solare estiva.
Se l'esposizione al sole prosegue per altri giorni, intervengono gli UVB che provocano una colorazione progressiva, responsabile della vera e propria abbronzatura. Le radiazioni UVB stimolano infatti la proliferazione dei melanosomi, quali organuli responsabili della produzione di melanina.

Quali sono i benefici dell'esposizione al sole?
Il sole innanzitutto è un potente antidepressivo naturale, pertanto prenderne una discreta dose soprattutto di mattina, oltre che permetterci di abbronzarci senza scottature, ci metterà sicuramente allegria, in quanto agisce su alcune sostanze chiamate neurotrasmettitori, che servono a regolare il nostro tono dell'umore. Il sole inoltre contribuisce ad aumentare le nostre difese immunitarie e rinforzare le ossa perchè stimola il nostro organismo a produrre vitamina D, impiegata poi per fissare il calcio. Inoltre una buona dose di abbronzatura sulla nostra pelle oltre che renderci esteticamente più gradevoli, può essere di aiuto per alcune patologie cutanee tra cui la psoriasi, la dermatite seborroica e gli eczemi.

Ovviamente come detto all'inizio il sole possiede alcune proprietà nocive a cui dobbiamo fare particolare attenzione con opportune precauzioni. L'eccessiva esposizione al sole senza protezioni e nelle ore in cui esso è più forte può esporre la pelle a scottature e addirittura con il tempo esporla a rischi di tumore. Inoltre un eccesso di sole può indebolire e sfibrare i capelli e creare disturbi agli occhi.

Quindi sole e abbronzatura si, ma senza esagerare con l'esposizione prolungata e nelle ore centrali della giornata dove i raggi UV sono più forti. Inoltre durante l'esposizione è sempre consigliata una crema che possegga un filtro solare a protezione sulla nostra pelle.

Articoli correlati

Accademia dei scienza yoga

Alla ricerca di un sorriso smagliante

I Benefici del Massaggio Linfodrenante